Corso per Data Protection Officer (DPO)

Attestato di frequenza e di superamento esame rilasciato dal DIEE dell’Università di Cagliari.

02/05/2018

Il DPO è una figura professionale istituita con il REGOLAMENTO (UE) 2016/679, del 27 aprile 2016, “relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE”.

In base all’art. 37 del suddetto Regolamento generale sulla protezione dei dati il DPO deve essere obbligatoriamente nominato ogniqualvolta:

  • Il trattamento è effettuato da un'autorità pubblica o da un organismo pubblico, eccettuate le autorità giurisdizionali quando esercitano le loro funzioni giurisdizionali; oppure
  • Le attività principali del titolare del trattamento o del responsabile del trattamento consistono in trattamenti che, per loro natura, ambito di applicazione e/o finalità, richiedono il monitoraggio regolare e sistematico degli interessati su larga scala; oppure
  • Le attività principali del titolare del trattamento o del responsabile del trattamento consistono nel trattamento, su larga scala, di categorie particolari di dati personali “sensibili” o “giudiziari”.

I contenuti del corso rappresentano la base formativa per tutti coloro che vogliano intraprendere un percorso professionale di elevata specializzazione per svolgere le funzioni tipiche del Data Protection Officer.

 

DocenteMassimo Farina: Dottore di ricerca in Diritto e Nuove tecnologie, docente di diritto dell'Informatica presso l'Università di Cagliari, fondatore del network DirICTo e Coordinatore del laboratorio “ICT for Law&Forensics” presso il DIEE dell’Università di Cagliari.

Durata: Il corso ha una durata di 40 ore di lezioni teoriche e 6 ore di simulazione dell’attività quotidiana del DPO.

Costo del corso: Euro 1.400,00/persona più IVA. Se la fattura è intestata ad Ente Pubblico, la quota è esente IVA ai sensi dell'art. 10, D.P.R. n. 633/72 (e successive modificazioni).


Si segnala che l'art. 83 comma 4) lettera a) del Nuovo Regolamento Europeo Privacy UE/2016/679 (GDPR) prevede una Sanzione Amministrativa fino a € 10.000.000 o a 2% del Fatturato Mondiale nel caso di omessa o inidonea designazione del Data Protection Officer.


Link utili: 


 

Nuove Faq sul Responsabile della Protezione dei Dati (RPD) in ambito privato

 

Documenti allegati